Archetipi della femminilità nella società patriarcale

Alle donne è negato nelle diverse fasi della loro vita il diritto a essere donna, a conoscere e godere del proprio corpo e dall’infanzia sono educate a essere madri e mogli, trasformate in uno strumento di riproduzione.

 

Nelle nostre società, l’essere e il lavoro delle donne ruota intorno a ciò che è permesso o a ciò che è sanzionato; da un lato, come affermava Friedrich Nietzsche nel suo libro Gaia Scienza “tutti sono d’accordo nello educarle all’erotico (in argomenti erotici) come le più ignoranti possibili” ma, in modo contraddittorio, perché dall’altro lato, sono tenute a essere sessuali, sessualizzate, disponibili a soddisfare il desiderio incontenibile degli uomini. (más…)

25 luglio: Giornata Internazionale della Donna Afro-discendente

cuadros-modernos-de-mujeres-negras (2)

Tradizionalmente si afferma che tutte le donne sperimentano in egual misura le disuguaglianze di un sistema sociale patriarcale organizzato intorno a criteri androcentrici e fallocentrici.
Sebbene nessuna donna nelle società occidentali e orientali sfugga a questa realtà, l’esperienza storica mostra che la sofferenza, l’oppressione e la disuguaglianza sono vissute in forme diverse, differenziandosi e aggravandosi per l’appartenenza delle persone a un determinato gruppo etnico, economico, politico, posizione geografica, così come per la sua preferenza sessuo-affettiva. Cioè, le disuguaglianze di genere saranno più profonde, nella misura in cui si articolino e incrocino altre forme di dominio come il classismo, il razzismo e l’eterosessismo. (más…)